Al navigante che approda nelle pagine web della Cattedrale di Taranto , offro il mio più cordiale benvenuto. Spero che foto e informazioni possano suscitare la curiosità per la Cattedrale più antica di Puglia. Entrando nel duomo di Taranto si è rapiti da una sobrietà che purifica l’occhio del visitatore e comincia a pacificare il cuore di chi desidera trascendere la vita quotidiana per incontrare Dio.

 

La compagine armonica dei capitelli differenti, le tinte tenui e discrete del romanico, le razioni della luce offerta con parsimonia quale ausilio alle meditazione dei fedeli, i fusti delle colonne che solo al secondo sguardo si concedono a qualche particolare in più, insieme ai brandelli di un glorioso pavimento musivo, non lasciano presagire la vera e propria sorpresa della cappella del patrono: il cappellone di San Cataldo.

Aldilà del portale,  nel lato ovest del transetto, all’improvviso sboccia la festa dei colori della Taranto cristiana. Qui, duecento anni di fede, di storia, di committenze e di maestranze, hanno confezionato per la Città dei Due Mari il suo biglietto da visita più sontuoso.

Il fascino millenario di questa Basilica ti porti qui, a Taranto Vecchia,  a presto.

Don Emanuele Ferro